UNA STORIA MILLENARIA

La leggenda vuole che sia stato l’eroe greco Diomede a portare le tecniche di produzione del vino. In realtà quella del vino della Daunia è storia che va a ritroso, legata alle popolazioni insediatesi in uno dei territori più fertili d’europa, fin dalla prima età del ferro, X sec. a.C.

Che il vino sia stato da sempre elemento centrale per l’economia di questi territori,  lo attestatano i cospicui ritrovamenti di anfore greco-italiche che ancora oggi affiorano qui e la, tra le campagne, come frammenti di una storia fatta di scambi di merci e sapienza tra oriente ed occidente. Questa sapienza millenaria che si tramanda di generazione in generazione, oggi si coniuga con teconologia e studio, lasciando intatto l’amore per una terra straordinaria.

VITIGNI AUTOCTNONI

Utilizziamo principalmente uve autoctone, Bombino  per il bianco e gli spumanti e Uva di Troia per i rossi e il rosato, unito al Montepulciano.

Uva di Troia

Bombino Bianco

Montepulciano